Marocco da film: a Fes, Meknes, Tangeri, Rabat, Casablanca, Marrakech

Per gli appassionati di cineturismo un nuovo itinerario nel Marocco da film. Dopo Marrakech-Ouarzazate-Merzouga: tra dune, oasi e città fortificate ecco un nuovo viaggio dal sapore estivo ma considerando le temperature media annuali fattibile tutto l’anno. Un tour spettacolare di 10 giorni/9 notti in collaborazione con Merzouga Tours a un prezzo speciale riservato solo ai nostri lettori (scriveteci a viaggidafilm@gmail.com e indicate nell’oggetto: Offerta Marocco Viaggi da Film 2).

Si parte da Fes, la più antica delle città imperiali, si visita Meknes, patrimonio Unesco e set cinematografico di Gesù di Nazareth e de Il gioiello del Nilo. Poi Tangeri, la porta d’Africa, che ha ospitato tra gli altri film Il Tè nel Deserto di Bernardo Bertolucci e The Bourne Ultimatum. E ancora Rabat, la capitale del Marocco, Casablanca, El Jadida, città patrimonio dell’Unesco, Essaouira, la città bianca, per concludere il tour nell’affascinante Marrakech.

Fes, Porta Blu – © Merzouga Tours

1° giorno : Volo dall’Italia – Fes

Il programma di viaggio: Accoglienza all’aeroporto all’arrivo dall’Italia e trasferimento in riad. Tempo libero per iniziare a conoscere la città. Cena libera e pernottamento in Riad. www.riad-layali-fes.com

2° giorno : Fes – visita guidata della città

Il programma di viaggio: La mattinata verrà dedicata alla visita di Fes, accompagnati da una guida turistica locale. Fes è la più antica delle città imperiali, fondata nell’808 quale prima capitale politica, religiosa e culturale del Paese. Iniziamo la visita attraverso le Porte Dorate del Palazzo Reale; subito dopo, da un punto di osservazione più alto, potremo ammirare le mura di cinta che inglobano l’incredibile e antica Medina di Fez, dove più tardi faremo una passeggiata a piedi per sperimentare le mille sensazioni che la Medina suscita in ogni suo visitatore. Scopriremo moschee e mederse (le antiche università coraniche), caravanserragli e luoghi religiosi, fino ad arrivare al quartiere dei conciatori. Tempo libero per pranzare (n.b. il pranzo non è incluso) e continueremo visitando il quartiere degli artigiani, i quali hanno appreso la loro arte dagli spagnoli andalusi, trasferendo poi la conoscenza in Marocco e mantenendo intatta quest’arte ancora ai giorni nostri; per questa ragione Fez merita il titolo di “città degli artigiani”. Cena libera e pernottamento in Riad. www.riad-layali-fes.com

3° giorno : Fes – Meknes – Volubulis – Chefchaouen

Meknes – © Merzouga Tours


Lo spunto cinematografico
: Meknes – Città imperiale e capitale per un cinquantennio sotto il regno di Moulay Ismail, è uno dei siti che, con la sua città storica, è inserito nella lista dei patrimoni dell’Umanità UNESCO. La visita di questa città non può che iniziare varcando Bab Mansour, la più importante e maestosa delle porte del Nordafrica. Da non perdere la Medina che ha regalato alcuni luoghi per gli esterni dei film Gesù di Nazareth e de Il gioiello del Nilo.

Il programma di viaggio: In questa mattinata ci recheremo a Meknes attraversando l’antica città romana di Volubilis, vicino alla prestigiosa città santa di Moulay Idriss. Meknes, la città di Moulay Ismail, il “Luigi XIV” marocchino, si distingue per i suoi 25 km di mura ed i suoi imponenti edifici. Visiteremo la piazza El Hedim, Bab El Khemis, Bab Mansour – una delle più belle porte monumentali del Marocco – le Scuderie Reali, la Moschea e il Mausoleo di Moulay Ismail. Terminata la visita di Meknes ci dirigeremo a Choauen dove arriveremo nel pomeriggio. Tempo libero per visitare con tranquillità la città di più fotografata di tutto il Marocco (Steve Mc Curry docet). Chefchaouen, la bianca città, fu fondata nel 1471 e si trova nella cavità tra due montagne (da qui il suo nome “ech-Chaoua”, le corna). Strade strette e ripide con edifici ad intonaco bianco e indaco, piazzette, fontane dalle belle decorazioni e case con porte riccamente abbellite, insieme ai tetti di tegole rosse, la rendono una cittadina deliziosa. Chaouen è considerata una “città santa” in quanto ha otto moschee. La sua popolazione originaria era composta principalmente da esiliati andalusi, tanto musulmani come ebrei, ragion per cui la parte antica della città ha un aspetto molto simile a quella dei paesi andalusi, con piccole vie dal tracciato irregolare. La parte più antica della città è stata costruita nella parte alta della montagna dove si trovano anche le sorgenti del fiume Ras al-Ma. Il centro della città corrisponde con la piazza di Uta al-Hamman, dove si trovano la fortezza e una moschea con torre di base ottagonale. La città nuova è stata costruita più in basso. In passato l’accesso alla città ero proibito agli stranieri; furono le truppe spagnole ad aprire Chaouen una volta preso il controllo della zona nord del Marocco per instaurare il loro protettorato. Cena e pernottamento in hotel. www.casahassan.com

4° giorno : Chefchaouen – Tetuan – Tanger – Assilah

Chefchaouen – © Merzouga Tours

Lo spunto cinematografico: Tangeri – “La porta d’Africa” ha ospitato The Bourne Ultimatum all’hotel Velasquez in via Khalid Ibn El Walid al 13 e al Cafè de Paris, uno dei locali storici della città, in Blvd
Pasteur. E’ al confine nord-orientale di via Khalid Ibn El Walid che Neal Daniels, il motivo per cui Jason Bourne (Matt Damon) è a Tangeri, è fatto saltare in aria. Degna di nota poi la corsa frenetica attraverso la Medina, tra le mura della città vecchia. Altro film è Il Tè nel Deserto di Bernardo Bertolucci che ambienta le prime scene a Tangeri, città dell’anima dello scrittore Paul Bowles dal cui libro è stato tratto il film. Tangeri è il punto di partenza del viaggio attraverso il Sahara, fino al Niger. L’hotel dove risiedono i tre protagonisti a Tangeri è El Minzah Hotel in rue de la Liberte 85. Alcune sequenze di Inception di Chris Nolan, sono girate nel Souk, l’anima della Medina, anche se figurano come scene
ambientate a Mombasa in Kenya.

Tangeri – © Paola Franchini
Tangeri – © Paola Franchini

Il programma di viaggio: Da Chefchaouen al mare! Oggi visiteremo due grandi città prima di raggiungere la nostra destinazione: Tetouan e Tangeri. A Tangeri potremo passeggiare per il gran Souk della sua Medina e vedere donne contadine che vendono i loro prodotti. Nella Medina troveremo strade strette, case con cortili bellissimi, un belvedere con vista sul mare e il Piccolo Souk, una piazzetta dove poter assaporare un tè e osservare tranquillamente lo stile di vita dei suoi abitanti. Continueremo il nostro percorso fino ad arrivare ad Assilah, città conosciuta per le sue lunghe spiagge di sabbia fine, la sua università e per i suoi festival internazionali che attraggono molti artisti da tutto il mondo. Il suo lungo mare è un luogo ideale per ammirare i bellissimi tramonti e ascoltare i musicisti di strada che suonano strumenti tradizionali della regione. Cena e pernottamento in hotel. www.hotelalalba.com

5° giorno : Assilah – Rabat

Assilah – © Merzouga Tours

Lo spunto cinematografico: Rabat – La capital del Marocco ha ospitato due pellicole di Ridley Scott: Nessuna verità ambientato in Giordania e Black Hawk Down, dove la storia si svolge a Mogadiscio.

Il programma di viaggio: Al mattino, dopo colazione riprendiamo il nostro viaggio in direzione della capitale del Marocco, Rabat, dove arriveremo in tarda mattinata, in tempo per il pranzo. Visiteremo il centro storico della “Kasbha Odaya”, la Torre di Hassan II ed il Mausoleo. Cena e pernottamento in Riad. www.riad-zyo.com

6° giorno : Rabat – Casablanca – El jadida

Casablanca – © Merzouga Tours
Casablanca – © Paola Franchini

Lo spunto cinematografico:
Casablanca – Qui Tony Scott ha voluto il set del capolavoro d’azione e spionaggio Spy Game, per girare le sequenze di Beirut e persino quelle del Vietnam. Casablanca è anche stata il set di alcune scene di Babel di Alejandro Iñárritu, di Nessuna Verità di Ridley Scott e dell’autoctono A Casablanca gli Angeli non volano di Mohamed Asli. In molti pensano che il Rick’s Bar del film “Casablanca” sia l’originale, in realtà non è mai esistito.
El Jadida – Questa città affacciata sull’Atlantico ha nella città fortificata portoghese di Mazagan (antico nome di El Jadida) uno dei più significativi luoghi di interscambio culturale tra Europa e Marocco, dal 2004 dichiarato patrimonio dell’Umanità UNESCO. Qui Orson Welles immortalò la cisterna portoghese nel suo Othello.

Casablanca, Moschea – © Paola Franchini
Moschea – © Paola Franchini

Il programma di viaggio: Oggi la nostra destinazione è El Jadida. Raggiungeremo questa bellissima città attraversando un’altra grande città, la capitale commerciale del Paese, Casablanca, dove ci fermeremo per visitare dall’esterno la Moschea Hassa II. Il nostro viaggio continuerà verso El Jadida capitale dell’importante regione agricola di Doukkala, situata sulla costa Atlantica, a circa 95 Km da Casablanca. La passeggiata per la città fortificata può diventare un viaggio a ritroso nel tempo. Vale la pena di visitare l’antica fortezza, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e ammirare la cisterna portoghese che fu costruita contemporaneamente alla fortezza, con una grande sala quadrata. Il tetto è formato da archi a tutto sesto che danno supporto alle colonne. L’insieme colpisce per la sua robustezza e la penombra in cui si trova, l’immagine delle volte e delle colonne illuminate a malapena, che si riflette su di un sottile strato d’acqua che copre il pavimento. È un immagine impressionante e indimenticabile e ricorda maggiormente un luogo di meditazione e isolamento che una sala militare.
Siamo di fronte a una testimonianza di architettura gotica, unica in Africa, fedele riflesso dei tempi passati. Cena e pernottamento in Hotel. www.elmorabitine-hotel.com

7° giorno : El jadida – Oualidia – Safi – Essaouira

 

Essaouira – © Merzouga Tours

Lo spunto cinematografico: Essaouira – Nel 2004 Oliver Stone ha girato nella “città Bianca” le sequenze in esterni del suo Alexander. Il paesaggio marocchino evoca l’Egitto e l’Oriente con le sue
montagne innevate. Tesoro architettonico ed artistico, in particolar modo per la musica, Essaouira negli anni ‘50 è stata location principale e ha prestato i suoi bastioni a Welles sempre per l’Othello. La sua medina è uno dei sette patrimoni dell’UNESCO in Marocco.

Il programma di viaggio: Continuiamo il nostro viaggio a Oualida, dove potrete gustare deliziosi frutti di mare in questo posto meraviglioso. Ripartiremo in direzione di Essaouira passando da Safi, cittadina famosa per la produzione delle ceramiche. E finalmente la nostra tappa finale, Essaouira: un vero mondo a parte è quello che si incontra in questa città sull’Atlantico accarezzata dagli alisei, diventata il cuore di iniziative culturali e mondane. Scelta da artisti, scrittori e musicisti, Essaouira racchiude nei suoi possenti bastioni case bianchissime e solari ravvivate da porte e finestre dipinte di turchese, il tradizionale “blu mogador”. Cena e pernottamento in Riad www.riadzahra.com

8° giorno: Essaouira – Marrakech

Il programma di viaggio: Mattinata libera per continuare a visitare questa splendida località, situata al centro di una baia incorniciata da lunghe spiagge deserte, cinta da alte mura che la proteggono dal vento e dal mare. Le origini di Essaouira si perdono nella storia. Scalo fenicio e centro di produzione della porpora, fu ricostruita e fortificata nel XVIII secolo con una medina, un porto e un mellah. Cosmopolita da sempre, ha richiamato genti dall’Africa e dall’Europa: colori e profumi, stili di vita, suoni e lingue diverse si intrecciano qui come i decori degli intarsi dei quali i suoi artigiani vanno fieri. La scoperta della città è un invito alla passeggiata, verso il porto dove ancora si costruiscono artigianalmente battelli da pesca, il mercato del pesce, il mercato delle spezie e i famosi bastioni fronte mare chiamati la Skala, esplorando negozietti e botteghe artigianali che occupano talvolta gli antichi depositi di munizioni o cogliendo i particolari architettonici di antichi archi arabescati nel cuore della vecchia medina. L’artigianato di Essaouira è famoso per la lavorazione della radica di thuia, per le stoffe, mentre la produzione artistica, scultura e pittura, si incontra nelle numerose gallerie. Al pomeriggio partiremo per Marrakech. Cena libera e pernottamento in Riad. www.riadbahiasalam.com

9° giorno : Marrakech – Alla scoperta della città

Marrakech – © Merzouga Tours

Lo spunto cinematografico: Marrakech– Mission: Impossible 5, il nuovo capitolo delle avventure dell’agente Ethan Hunt ancora una volta interpretato da Tom Cruise, ha scelto come location Marrakech, Agadir e la capitale Rabat. A Marrakesh la produzione ha fatto chiudere per due settimane una grossa arteria del traffico, la Marrakesh Highway, oltre a filmare scene al Marrakesh Stadium. Come dimenticare gli scenari desertici, nell’Erg Chebbi vicino a Erfoud, le dune del Sahara raggiunte da Abatantuono& Co. A Marrakech è concentrata una grande percentuale di compagnie di produzione cinematografica ed è qui che, da più di quarant’anni, prende vita il Marrakech Film Festival.

Il programma di viaggio: Dopo colazione la nostra guida locale vi accompagnerà alla scoperta di questa meravigliosa città. Si parte dalla Piazza Djemaa el-Fna, il luogo in cui accade tutto: in questa piazza arrivano venditori da ogni parte del Marocco, i commercianti berberi portano i loro prodotti, sentiremo la musica degli incantatori di serpenti che echeggia nell’aria, incontreremo donne che vorranno disegnare le vostre mani con l’hennè, scimmie da fotografare, carretti di arance per le spremute e tanto altro ancora. E’ un posto estremamente allegro e vitale. Il centro di Marrakech si gira tranquillamente a piedi ed ecco che dopo una bella camminata arriviamo alle tombe Saadiane, costruite ai tempi del gran sultano Ahmad I al-Mansur (1578-1603) ed utilizzate per i membri della dinastia Saadi. Le decorazioni interne sono la maggior attrazione dei visitatori. Il minareto della Koutoubia, uno dei monumenti islamici più belli del nord Africa: la sua torre propone ornamenti diversi su ogni lato, ai suoi piedi i giardini. Pranzeremo in piazza e poi visiteremo il Palazzo Bahia. Il Palazzo fu costruito nel 19° secolo (1867) dal Sir Moussa, come residenza del sultano. Bahia significa brillante, infatti nel 19° secolo i Marocchini pensarono di aver costruito il più grandioso palazzo di tutti i tempi. Qui potremo ammirare una serie di giardini stupendi poi piu’ tardi raggiungeremo i Giardini Majorelle. Cena libera e pernottamento in Riad. www.riadbahiasalam.com

10° giorno : Aeroporto di Marrakech – Volo di rientro per l’Italia

Tempo libero fino al momento del trasferimento in aeroporto, in corrispondenza con il volo per l’Italia.

FINE DEI NOSTRI SERVIZI

Il prezzo include:

• Trasferimento da e per gli aeroporti di Fes e Marrakech
• Veicolo 4×4 con aria condizionata
• Autista/Guida che parla italiano
• Carburante e pedaggi autostradali
• 9 notti in Hotel/Riad in hotel di categoria superiore – mezza pensione (colazione e cena) ad eccezione di Marrakech e Fes (solo prima colazione); sistemazione in camere con bagno privato
• Visita guidata delle città di Fes e Marrakech
• Servizio esclusivo (non accompagnati da altri visitatori)

Il prezzo non include:

• Volo da e per l’Italia o altri mezzi per raggiungere il Marocco
• Pranzi; cene a Marrakech e Fes
• Bevande
• Biglietti per musei e kasbahs
• Mance e spese personali
• Tutto quando non indicato alla voce “il prezzo include”

Prezzo per persona: Euro 860,00 – minimo 4 persone (*)
*Sotto le 4 persone o sopra, valutazione a parte

Marocco da film/ Marrakech-Ouarzazate-Merzouga: tra dune, oasi e città fortificate. Un tour di 6 giorni/5 notti in collaborazione con Merzouga Tours.

PER ALTRI VIAGGI DA FILM CLICCA QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *